Incontri a Modena con l' amica di mia moglie - parte 3-


La guardai mentre si sistemava comodamente sul divano a gambe incrociate e sorridendo mi disse:
"Ti è venuto duro?"
"Si".
"Ahahahah si vede... ti va di farmelo vedere? Ho il ciclo, ma mi piacerebbe poter almeno vedere il mio amico"
Feci per sbottonarmi i jeans, ma lei mi fermò.
"Toglili, fai prima".
Mi alzai e tolsi scarpe e calza, mi sbottonai i jeans e mi abbassai i boxer poi mi rimisi sul divano di fianco a lei con il cazzo duro.
"Toccati mentre mi guardi".
Cominciai a farmi una sega guardandola emntre mi sorrideva e mi diceva:
"E' bellissimo".
Non durò molto quella sega perché la vidi avvicinarsi e io mi sdraiai completamente sul divano mentre lei si posizionò tra le mie gambe aperte.
Lo prese in mano e cominciò a farmi un pompino.
Linda è una vera pompinara, bravissima nel leccare e succhiare le piace tantissimo.
Le tenevo i capelli e la guardavo mentre faceva sparire il cazzo in bocca e mi rossideva con gli occhi.
Cominciò a pomparmi velocemente, sentendo che io gemevo dal piacere.
"Ho voglia", mi disse.
"Hai il ciclo".
"Allora prendimi dietro"mi disse mettendo a pecorina appoggiata sul divano.
Le agagrgai le natiche e presi a leccarle il buco del culo mentre le mi teneva la testa con una mano, premendomi la bocca e chiedendomi di continuare.
Avvicinai il cazzo e la inculai piano piano.
"Scopami tutta, inculami come faceva una volta".
La presi per i fianchi e cominciai a prendere piede affondandaolo sempre di più ad ogni colpo e aumentando la decisione dei colpi mentre lei mi incitava a continuare.
Una volta dilatato per benecominciai a ascoparla come piaceva a lei, mentre lei si sgrillettava la clitoride in preda al piacere e raggiungendo subito l' orgasmo.
"Dimmi quando vieni...vogli oche mi sborri in bocca".
"Adesso".
Si sfilò dal cazzo e si mise seduta sul divano, prendendolo in bocca e cominciando a succhiarlo fino a quando non schizzai l' ultima goccia nelle sua gola.
Me ne andai baciandola e mi fece promettere che ci saremmo rivisti per scopare ancora.
Sono un uomo di parola.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!